domenica 04 dicembre | 01:46
pubblicato il 14/mag/2013 16:11

Droga: DPA, emergenza anche nei Paesi arabi. Si studia modello italiano

Droga: DPA, emergenza anche nei Paesi arabi. Si studia modello italiano

(ASCA) - Roma, 14 mag - ''Purtroppo le droghe si diffondono anche nei Paesi arabi e sorge la forte esigenza in questi Paesi di dare risposte concrete alla crescita di questo fenomeno. Creare un sistema capillare di prevenzione, attivare centri di cura e riabilitazione orientati al recupero delle persone, definire un piano di azione nazionale, istituire gli Osservatori Nazionali, elaborare un sistema di screening per il monitoraggio del fenomeno delle dipendenze, attivare contemporaneamente interventi per la prevenzione delle patologie droga correlate e avere formazione in materia di strategia generale, prevenzione trattamento e recupero''. E' quanto riferisce in una nota il Dipartimento Politiche Antidroga (DAP), che sottolinea: ''Per quanto riguarda l'Italia e' stata particolarmente apprezzata la strategia generale relativamente al problema delle droghe e il fatto che il modello italiano sia basato a livello nazionale su una struttura di coordinamento interministeriale come quella del DPA che fa da collante tra tutti i ministeri in materia di droga. Ed e' proprio su questo modello che gli egiziani hanno detto di voler riorganizzare la loro struttura interna. La situazione nel Paese, come riferito dallo stesso ministero, appare particolarmente seria con oltre 2,5 milioni stimati di persone tossicodipendenti. Il DPA e' impegnato da ormai quattro anni a questa parte nel sostenere le rete Mednet del Consiglio d'Europa (Gruppo Pompidou) per sviluppare programmi di supporto e di riorganizzazione territoriale e formazione in : Algeria, Tunisia, Marocco, Egitto Giordania e Libano. Inoltre grazie all'expertise italiana ed in particolare alle attivita' di recupero della comunita' di San Patrignano, in collaborazione con le Nazioni Unite e il DPA, lo stato del Qatar sta attivando la predisposizione un piano di azione nazionale per la costruzione di interventi e strutture che si occupino di prevenzione, cura e riabilitazione in modi integrato e innovativo, anche attraverso la realizzazione di un centro specializzato nel recupero e riabilitazione di tossicodipendenti ispirato al modello di San Patrignano.

Patrick Penninckx, Segretario esecutivo del Gruppo Pompidou, ha cosi' dichiarato: ''L'Italia e' il partner principale del Gruppo Pompidou nel promuovere politiche coerenti sulle droghe nel sud del Mediterraneo per la creazione di Osservatori nazionali antidroga Dopo la rivoluzione, l'Egitto sta cercando il suo modo di combattere un problema crescente di droga e di tossicodipendenza''.

''In questi ultimi anni il nostro Paese - ha spiegato Giovanni Serpelloni, capo del DPA- sta suscitando molto interesse con i vari modelli esistenti di trattamento, cura e riabilitazione dei tossicodipendenti anche nei Paesi Arabi dove l'emergenza delle droghe purtroppo e' sempre piu' crescente. Creare piani di azione coordinati in ambito sociosanitario oltre che del contrasto, per prevenire e gestire al meglio queste conseguenze, aprira' la porta anche ai competenti uffici (quale per esempio la DCSA e l'Interpol) per migliorare altri tipi di collaborazioni in ambito del controllo del traffico degli stupefacenti, ma anche in ambiti socioeconomici. Consideriamo anche molto importanti e interessanti i rapporti che abbiamo attivato con lo stato di Israele con il quale si stanno predisponendo analoghi accordi di collaborazione anche in ambito tecnico scientifico, sulla base di intenti comuni e di progetti specifici soprattutto per quanto riguarda la prevenzione ed il trattamento delle dipendenze''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari