martedì 06 dicembre | 19:45
pubblicato il 24/lug/2013 10:01

Droga: Dpa, consumi ancora in calo ma aumentano i fumatori di cannabis

Droga: Dpa, consumi ancora in calo ma aumentano i fumatori di cannabis

(ASCA) - Roma, 24 lug - Negli ultimi 12 mesi il 95,04% della popolazione italiana, tra i 15 e i 64 anni, non ha assunto alcuna sostanza stupefacente: prosegue dunque, al pari che in Europa, il trend del calo dei consumi di sostanze stupefacenti in Italia, anche se nell'ultimo anno si registra un lieve aumento dei consumatori di cannabis e di allucinogeni. Lo attestano i risultati delle indagini campionarie sulla popolazione e delle analisi delle acque reflue contenuti nell'ultima Relazione al Parlamento 2013 sull'uso di sostanze stupefacenti e tossicodipendenze in Italia, presentata oggi dal Dipartimento politiche antidroga (Dpa) della Presidenza del consiglio dei ministri. Per quanto concerne la cannabis, il confronto del trend dei consumi di stupefacenti negli ultimi 11 anni evidenzia un'iniziale e progressiva contrazione della prevalenza dei consumatori, caratterizzata da una certa variabilita' fino al 2008, da una sostanziale stabilita' nel biennio successivo 2010-2012, e da una tendenza all'aumento nell'ultimo anno. L'indagine 2013 sui soggetti tra i quindici e i diciannove anni ha infatti sottolineato un lieve aumento di consumatori di cannabis che hanno dichiarato di aver usato la droga almeno una volta negli ultimi dodici mesi. La cocaina, dopo un tendenziale aumento che caratterizza il primo periodo sino al 2007, segna una costante e continua contrazione della prevalenza di consumatori sino al 2012, stabilizzandosi nel 2013. Per l'eroina si osserva un costante e continuo calo del consumo sin dal 2004, anno in cui si e' osservata la prevalenza di consumo piu' elevata nel periodo di riferimento, pur rimanendo a livelli inferiori al 2% degli studenti intervistati. Negli ultimi anni il fenomeno si e' stabilizzato. I consumatori di sostanze stimolanti, invece, seguono l'andamento della cocaina fino al 2011, ma negli ultimi due anni si osserva una lieve tendenza alla ripresa dei consumi soprattutto nel nord. Per quanto riguarda la prevalenza del consumo di allucinogeni, si osserva un trend in leggero aumento fino al 2008, seguito da una situazione di stabilita' nel biennio successivo, con una contrazione dal 2010 al 2012; nell'ultimo anno, anche se la popolazione che li utilizza ancora poco consistente, si osserva pero' una lieve tendenza all'aumento del fenomeno. com-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni