mercoledì 18 gennaio | 23:23
pubblicato il 26/giu/2013 11:02

Droga: 'chi la compra sostiene mafia', campagna governo in 21 citta'

Droga: 'chi la compra sostiene mafia', campagna governo in 21 citta'

(ASCA) - Roma, 26 giu - ''Liberi da tutte le droghe, Liberi da tutte le mafie. Chi compra droga finanzia le mafie, le loro violenze e il terrorismo''.

E' questo lo slogan lanciato della campagna promossa dal Dipartimento Politiche Antidroga (Dpa) della Presidenza del consiglio dei ministri, che apparira' sui principali monumenti di 21 citta' italiane in occasione della Giornata internazionale contro il consumo e il traffico di droga, celebrata in tutto il mondo oggi, 26 giugno.

L'iniziativa - riferisce una nota - e' realizzata sotto l'Alto patronato del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, con il patrocinio del Senato della Repubblica nella persona del Presidente, Pietro Grasso, e con il patrocinio della Camera dei Deputati, nella persona del Presidente, Laura Boldrini. ''Siamo molti soddisfatti di questo progetto di comunicazione, realizzato dal Dpa - dichiara Giovanni Serpelloni, capo del Dipartimento - che nell'edizione di quest'anno ha visto l'adesione di altre citta' italiane, che hanno dimostrato una grande sensibilita' su questa tematica''. Il semplice e incisivo messaggio antidroga sara' infatti proiettato sulle facciate di monumenti simbolo di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Campobasso, Catanzaro, Firenze, Genova, L'Aquila, Lecce, Milano, Napoli, Palermo, Pavia, Perugia, Potenza, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona. ''Sono proprio i ragazzi - sottolinea ancora Serpelloni - che devono credere nella possibilita' di costruire un mondo libero dalle droghe e dalle mafie e lottare contro queste organizzazioni criminali esprimendo, prima di tutto, un comportamento individuale coerente con la legalita', di lontananza totale da queste organizzazioni e di rispetto della propria salute fisica, mentale e sociale''. Il dierettore del Dpa, infine, si rivolge a ''chi ha una dipendenza patologica e l'acquisto di droga diventa quindi una 'necessita' fisica': puo' in alternativa accedere ai servizi pubblici che sono in grado di offrire valide e immediate, nonche' gratuite, terapie'', ha indicato Serpelloni.

com-stt/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina