domenica 26 febbraio | 15:51
pubblicato il 31/mar/2011 16:40

Dopo 10 anni a Napoli tornano le "ciclo-vigilesse"

Pattugliamenti "eco-friendly" per la Ztl di Via Chiaia

Dopo 10 anni a Napoli tornano le "ciclo-vigilesse"

A Napoli le vigilesse ora vanno in bicicletta. partito infatti, in concomitanza con l'inizio della Primavera il servizio di pattugliamento in bici della zona a traffico limitato di via Chiaia, nel centro della città partenopea. Ne parla Gaetano Frattini, responsabile di zona della polizia locale. Il pattugliamento "eco friendly", con le bici messe a disposizione da una ditta di ciclonoleggio, per ora è affidato a quattro agenti donna. Presidiano le strade dello shopping, tra via Chiaia, piazza del Plebisicito, piazza Trieste e Trento e via Toledo offrendo pure informazioni ai turisti e anche i commercianti sembrano apprezzare l'iniziativa. Qualche polemica, invece, c'è stata da parte dei responsabili di Confcommercio critici rispetto alla partenza del servizio solo in questo periodo, concomitante con le elezioni amministrative.

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech