lunedì 27 febbraio | 08:00
pubblicato il 16/lug/2013 18:52

Doping: carabinieri nell'hotel di Lignano per atleti giamaicani

Powell e Simpson hanno lasciato l'Italia dopo positività a doping

Doping: carabinieri nell'hotel di Lignano per atleti giamaicani

Lignano Sabbiadoro, (askanews) - I carabinieri di Lignano Sabbiadoro sono tornati all'hotel 'Fra i Pini', che ha ospitato la squadra giamaicana di atletica, travolta dalla scandalo doping. I militari hanno verificato le presenze in albergo ed è risultato che gli sprinter Asafa Powell e Sherone Simpson hanno lasciato l'Italia. Insieme ad altri tre compagni di squadra sono risultati positivi ai controlli antidoping.Il passaggio delle super star dell'atletica è ancora evidente nella località balneare friulana. Nella notte di sabato i Nas di Udine hanno perquisito le stanza dell'hotel 'Fra i Pini' e hanno sequestrato a titolo precauzionale circa 50 scatole di farmaci esteri e integratori, di cui non si conosce il contenuto che sarà presto analizzato. Il preparatore tecnico Cristopher Xuereb, su cui si sono concentrati i sospetti di aver somministrato la sostanza proibita agli atleti, aveva lasciato Lignano già lunedì sera.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech