mercoledì 18 gennaio | 02:43
pubblicato il 14/mar/2011 17:30

Donna mutilata, trans rintracciato: non ho visto nulla di strano

Continuano ricerche su persone scomparse per identificare vittima

Donna mutilata, trans rintracciato: non ho visto nulla di strano

Roma, 14 mar. (askanews) - E' stata rintracciata e ascoltata dagli investigatori della squadra mobile di Roma la transessuale che abitualmente si prostituisce in una piazzola sulla via Ardeatina incrocio via di Porta Medaglia, a pochi metri da dove l'8 marzo è stato ritrovato il cadavere mutilato di una donna. La trans ha spiegato agli agenti che, fino al pomeriggio inoltrato del 7 marzo, fino alle 17, è rimasta al suo solito posto, contrassegnato da una poltroncina rossa tra due alberi: fino a quel momento non ha notato 'nulla di strano' e tra quelle sterpaglie non c'era alcun cadavere. La trans come molte delle prostitute della zona, soprattutto clandestine, era scomparsa dopo il ritrovamento del corpo. Ma le lucciole rimaste, ascoltate insieme ai residenti in una delle battute condotte nella zona, avevano fatto sapere agli agenti che nessuna di loro mancava all'appello. Mentre si attendono le analisi della polizia scientifica sui campioni prelevati dal corpo della vittima, alla ricerca di eventuali tracce dell'assassino e del suo dna, gli agenti della squadra mobile capitolina diretti da Vittorio Rizzi, continuano le indagini per identificare la vittima. Gli investigatori stanno vagliando le denunce e ascoltando i familiari di persone scomparse che possano corrispondere alla vittima, di cui però si sa poco: donna, età 20-45 anni, carnagione chiara, "razza caucasica", come recita il referto dell'autopsia. E un giubbotto nero con una scritta. Il lavoro di ricerca sull'elenco delle persone scomparse si è esteso a tutta l'Italia, mentre le impronte digitali, che non hanno trovato riscontro nell'Afis, sono state inviate nell'ambito dell'Interpol per un confronto negli archivi di tutto il mondo. Il killer, con un lavoro da macellaio, ha reciso la testa, disarticolato e staccato le gambe alla sua vittima, resti che non sono stati trovati. Forse gettati altrove o che ha ucciso e mutilato ha conservato. Il torace della donna, eviscerato, con indosso una maglia e un giubbotto, quest'ultimo privo di segni dei tagli, è l'unica cosa che ha lasciato, a pochi metri dal ciglio della strada. E sembra quindi ce lo abbia lasciato solo la notte prima del suo ritrovamento, l'8 marzo, quando la donna era morta da 4-7 giorni.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa