sabato 25 febbraio | 17:59
pubblicato il 11/mag/2012 20:37

Donazione da Celentano, Comune Roma: numerosi vincoli da notaio

Lettera arrivata l'8 maggio negli uffici

Donazione da Celentano, Comune Roma: numerosi vincoli da notaio

Roma, 11 mag. (askanews) - Adriano Celentano denuncia sul suo blog che la donazione prevista di quanto da lui guadagnato per la partecipazione a Sanremo non è ancora a disposizione delle famiglie bisognose per motivi burocratici. "Davvero strani questi sindaci", si spiega su clancelentano.it, e poi facendo riferimento ad un articolo del Secolo XIX in cui si informava che il Campidoglio sollecitava il cantante riguardo la questione, il cantante spiega: "Ora i soldi ce li hai da un mese e il Notaio sta ancora aspettando che "VOI" Sindaci gli mandiate i nominativi. Allora non ti risposi, caro Alemanno, pensando che in fondo la colpa era più mia che tua, evidentemente ti avevo sopravvalutato. Probabilmente non eri poi così 'magnifico'". E Celentano, sempre sul web aggiunge: "Ma a parte questo ciò che sconcerta è la lentezza di come vengono gestite certe operazioni, come per esempio gli aiuti a chi è in difficoltà. Operazioni che dovrebbero essere prevalenti su tutto. Quindi? Cosa aspettate a mandare i nominativi? Qualcuna di quelle famiglie probabilmente stasera non mangerà, perché non avrà neanche i soldi per il pane". Roma Capitale, in una nota, precisa che il 4 aprile 2012 la Segreteria del Clan Celentano ha inviato al Gabinetto del Sindaco di Roma una mail in cui si leggeva "il Notaio Marco Aveta ha ricevuto oggi disposizioni per inviare i bonifici ai Sindaci delle Città interessate", e che per quanto riguarda Roma saranno destinati a quattro famiglie per un importo complessivo di Euro 80.000,00. Solo in data 8 maggio 2012 - si spiega - Roma Capitale ha ricevuto una lettera del Notaio Marco Aveta (protocollo di ingresso Ufficio di Gabinetto del Sindaco n. RA/31888), con cui non viene assolutamente inviato il bonifico ma, al contrario, vengono dettate precise, articolate e "vincolanti" disposizioni procedurali, compreso un impegno formale del Sindaco, per poter effettivamente disporre il bonifico oltre ad una "imposta" e quanto mai ridotta temporizzazione, della fase di pagamento alle famiglie interessate da parte dell'Amministrazione. Peraltro le modalità richieste ed "imposte" dal Notaio per poter effettuare il bonifico comportano per Roma Capitale, come per tutti gli altri Comuni interessati, la necessità di porre in essere complesse procedure contabili previste dalla legge. Roma Capitale, presa conoscenza delle modalità fissate dal Notaio Aveta, ha immediatamente attivato le procedure contabili al fine di dare tempestivo riscontro alle richieste dello stesso Notaio. "Suscita peraltro perplessità quanto dichiarato da Adriano Celentano in ordine alla mancata comunicazione al Notaio delle famiglie cui destinare la somma in beneficenza, visto che lo stesso Notaio, sulla base della espressa volontà dell'artista, scrive nella lettera datata 8 maggio 'noi non dovremo essere messi a conoscenza dei nominativi dei beneficiari'. Dispiace che da un'iniziativa così lodevole possano nascere inutile polemiche - spiega il portavoce del sindaco Gianni Alemanno - Ci auguriamo comunque che le famiglie che Celentano ha generosamente deciso di sostenere possano al più presto ricevere l'aiuto di cui hanno bisogno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech