venerdì 09 dicembre | 05:27
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Don Corsi/ "Metto da parte l'abito talare, mi sento indegno"

Lettera aperta del sacerdote di Lerici

Roma, 27 dic. (askanews) - Chiede scusa e poi mette da parte l'abito talare. Don Piero Corsi, il parroco di Lerici che con un volantino sulla responsabilità delle donne nel femminicidio ha sollevato un mare di polemiche interviene con una lettera aperta inviata da un indirizzo mail di yahoo. "Con queste poche righe voglio comunicare che ho deciso di mettere da parte l'abito talare, del quale mi sento indegno, nella speranza che la riflessione e la penitenza mi consentano un giorno di riconquistare quella serenità che ho oggi innegabilmente smarrito". La decisione - spiega in un inciso il sacerdote - è arrivata "dopo una notte insonne per il dolore ed il rimorso per la giusta polemica causata dalla mia 'imprudente provocazione', nel rinnovare ancora più sentitamente le scuse non solo a tutte le donne colpite dal mio scritto ma anche a tutti coloro che si siano sentiti offesi dal mio operato o dalle mie parole, in primis il giornalista verso il quale, in un momento di ira, ho proferito quella ignobile parola".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni