venerdì 24 febbraio | 06:47
pubblicato il 20/lug/2013 12:00

Dolce e Gabbana/ R. Campania e Comune Napoli: Vi ospitiamo noi

Diventeremo punto di snodo e valorizzazione delle grandi firme

Dolce e Gabbana/ R. Campania e Comune Napoli: Vi ospitiamo noi

Napoli, 20 lug. (askanews) - "Pronti a discutere con Dolce e Gabbana per il trasferimento del core business a Napoli". E' quanto dichiarato, in una nota congiunta, dagli assessori Fulvio Martusciello ed Enrico Panini, con delega rispettivamente alle Attività produttive della Regione Campania e del Comune di Napoli. "Se davvero il gruppo imprenditoriale milanese decidesse di andar via da Milano siamo pronti ad aprire un tavolo per verificare concretamente la possibilità di ospitare - dicono Martusciello e Panini - in via definitiva l'azienda a Napoli". "La Campania, anche per via della costituenda camera della moda e del design, diventerà - hanno concluso gli assessori - punto di snodo e di valorizzazione delle grandi firme e, per questa ragione, siamo pronti a discutere dell'eventuale trasferimento di Dolce e Gabbana a Napoli".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech