giovedì 23 febbraio | 18:04
pubblicato il 21/giu/2011 18:23

Disoccupazione, Cisl Campania: 600mila ragazzi non lavorano

"Non studiano e non si formano, bisogna aiutarli"

Disoccupazione, Cisl Campania: 600mila ragazzi non lavorano

Gli ultimi dati della Banca d'Italia non rivelano solo che in Campania il tasso di occupazione dei giovani tra 15 e 34 anni nel 2010 è calato di 5 punti rispetto al 2008. Aggiungono anche che 620mila giovani non svolgono alcuna attività: non lavorano, non studiano non seguono corsi di formazione, insomma non hanno modo di prepararsi un futuro. Lina Lucci, segretario regionale della Cisl CampaniaFra le soluzioni proposte dalla Cisl, oltre ad un aiuto maggiore per l'imprenditoria giovanile, c'è ne è un'altra che ha come obiettivo aiutare i ragazzi bloccati nel mondo del lavoro sommerso a far attestare la propria qualifica professionale."Io batto sempre sulla prevenzione - ha concluso Lina Lucci, le istituzioni devono abituarsi a fare tavoli di dibattito quando le aziende stanno bene, non dopo, quando è troppo tardi"

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech