martedì 21 febbraio | 00:02
pubblicato il 07/feb/2011 15:58

Discariche abusive sotto i terrazzamenti per gli ulivi

La scoperta del carabinieri del Noe a Reggio Calabria

Discariche abusive sotto i terrazzamenti per gli ulivi

Avevano trasformato alcuni terreni di loro poprietà nelle campagne di Reggio Calabria in vere e proprie discariche abusive di rifiuti speciali, interrando materiale edile nei terrazzamenti realizzati per gli uliveti. Ventidue persone sono state denunciate dai Carabinieri del Nucleo operativo ecologico, con l'accusa di raccolta, gestione e smaltimento illeciti di rifiuti pericolosi. Sequestrate 3 aziende e 21 mezzi oltre al bar all'interno dell'aeroporto dello Stretto, per un valore complessivo di 7 milioni di euro. Altissimo, tra l'altro il Rischio di degrado ambientale, come spiega il procuratore aggiunto di Reggio calabria, Ottavio Sferlazza.Gli inquirenti hanno accertato che sotto i terrazzamenti degli uliveti sono state nascoste almeno 850 tonnellate di rifiuti speciali. Le indagini sono partite dopo che i militari, osservando un sito web di mappatura satellitare hanno scoperto che un mezzo scaricava il materiale su un costone della collina.

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia