sabato 03 dicembre | 18:52
pubblicato il 22/apr/2011 18:30

Disabili/ Campagna choc con Barbie su sedia a rotelle

L'inziativa della Fondazione 'I Care' di Fucecchio (Fi)

Disabili/ Campagna choc con Barbie su sedia a rotelle

Firenze, 22 apr. (askanews) - Nei primi anni Novanta la Mattel aveva messo sul mercato una bambola di nome Becky, in stile Barbie, sulla sedia a rotella. Oggi la 'Fondazione I Care' di Fucecchio, nel fiorentino, torna a scioccare l'opinione pubblica con una la Barbie nella stessa versione. I cartelloni, nati "per far tornare le persone a parlare dei problemi dei disabili", sono quattro, legati in cerchio e lasciati per strada. Nel primo Barbie si fa pettinare i capelli, nel secondo è vestita da ballerina, nel terzo da tennista e nel quarto è sulla sedia a rotella. Mentre nei primi tre compare lo slogan "Un giorno della mia vita. Yes I care", nell'ultimo si legge: "tutti i giorni della mia vita". Il senso, spiega la fondazione, è anche di far riflettere sulla terribile stabilità della condizione di chi subisce un grave handicap. "Abbiamo scelto un'icona della perfezione per attirare l'attenzione", spiega spiegato il presidente della Fondazione, Lorenzo Calucci. I cartelloni saranno spostati nei prossimi giorni, sempre dalle parti di Fucecchio. Intanto, su eBay si trovano ancora le 'Becky in Wheelchair" della Mattel. Si parte da 60 euro come base d'asta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari