mercoledì 18 gennaio | 15:32
pubblicato il 21/nov/2013 16:37

Difesa: Binelli Mantelli, riforma per organismo virtuoso e non virtuale

Difesa: Binelli Mantelli, riforma per organismo virtuoso e non virtuale

(ASCA) - Roma, 20 nov - La difesa e' ''un organismo virtuoso che non deve diventare virtuale''. Lo ha affermato il capo di stato maggiore della difesa, l'ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, nel suo intervento di sintesi alle commissioni congiunte di Camera e Senato sui decreti attuativi della legge di riforma dello strumento militare, che ha chiuso le audizioni sul punto dei capi di stato maggiore di Marina, Esercito ed Aeronautica e del segretario generale e direttore nazionale degli armamenti. Carabinieri e Guardia Costiera, come ha ricordato Binelli Mantelli, non sono infatti oggetto della riforma.

Sul fronte dei tagli al personale, il capo di stato maggiore difesa ha precisato che ''l'insostenibilita' attuale e' comprovata, con il 71% del bilancio destinato al personale e solo l'11% all'operativita'''. Una situazione ''sbilanciata anche nel confronto in Europa'', laddove ''l'aspetto della spesa per l'efficientamento del soldato, compreso l'addestramento, e' tema di grande rilevanza che e' stato portato anche all'ultimo consiglio supremo di difesa del 6 novembre scorso''. L'obiettivo in questa fase del processo di riforma dello strumento militare e' quello di arrivare ''al consiglio europeo di difesa di dicembre ed al semestre di presidenza italiana dell'Unione con una visione chiara sul futuro delle forze armate e sul processo di integrazione del settore della difesa europea''. Una posizione che ''sara' tanto piu' efficace quanto mostrera' disponibilita' a condividere gli oneri''. Tornando alla riduzione del personale militare, complessivamente riguarda ''40.000 unita', il 30% delle quali sono generali e ammiragli, il 20% colonnelli e capitani di vascello, il 6% sottufficiali, con invece un incremento della truppa del 6% per un modello piramidale piu' coerente con l'assetto europeo''. Da affrontare nella riforma c'e' pero' la questione invecchiamento: ''l'eta' media oggi e' di 39 anni - ha aggiunto Binelli Mantelli - che sale a 42 al 2020 e poi a 46 anni al 2024. Questo a meno di interventi specifici, discendendo la situazione anche dalle scelte politiche, coerenti, del passato per il passaggio al modello professionale'' rispetto alla leva. Tra le soluzioni individuate per ''armoniche fuoriuscite del personale'', ci sono l'estensione della riserva posti a ruolo civile nella pubblica amministrazione anche al personale militare, il transito verso altre amministrazioni anche locali, e ''l'esenzione dal servizio'' a carattere volontario nel decennio precedente il raggiungimento del limite d'eta' pensionistico, strumento ''che ha suscitato qualche polemica ma che con risparmi sulla retribuzione complessiva, rappresenta una valvola d'emergenza necessaria per mantenere il personale con un'eta' accettabile''. ''Non si tratta di una novita''', ha affermato il capo di stato maggiore della difesa, per il quale ''la riforma e' un meccanismo d'insieme di provvedimenti tra loro interagenti, la soppressione di uno solo puo' avere impatti significativi che rischiano di vanificare un taglio doloroso, non auspicato, ma necessario''. In materia di governance, si punta a ''superare l'eccessiva frammentazione di competenze'' tra le aree tecnico-amministrativa e tecnico-operativa, ''conferendo ai capi di stato maggiore delle singole forze armate una piu' diretta responsabilita' sul proprio personale''.

gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa