venerdì 09 dicembre | 17:08
pubblicato il 11/feb/2013 19:58

Diabete: scoperta proteina chiave nella genesi della malattia

Diabete: scoperta proteina chiave nella genesi della malattia

(ASCA) - Roma, 11 feb - Un gruppo di ricerca internazionale, che coinvolge anche la Facolta' di Medicina e chirurgia dell'Universita' Cattolica e il Policlinico A. Gemelli di Roma, ha scoperto una proteina chiave nella genesi del diabete e compreso questa proteina porta alla malattia attraverso l'induzione di processi infiammatori.

Disattivandola in modelli animali e' possibile prevenire l'insorgenza di alcuni degli aspetti tipici di questa grave malattia metabolica sempre piu' diffusa nel mondo occidentale.

La scoperta e' il frutto di un'ampia ricerca pubblicata sulla prestigiosa rivista Nature Medicine da ricercatori dell'Universita' di Cambridge, della Harvard University di Boston e del gruppo di ricerca dell'Universita' Cattolica - Policlinico Gemelli di Roma coordinato dal professore Andrea Giaccari. Lo studio ha preso le mosse da una scoperta di ricercatori dell'Ospedale di Brunico (Bolzano), in collaborazione con ricercatori delle Universita' di Innsbruck e di Verona, fra cui il professor Enzo Bonora. La protagonista di questo studio e' la proteina RANKL che svolge un ruolo importante nei processi di infiammazione presenti in malattie come l'artrite reumatoide e l'artrite psoriasica.

Tutto e' partito dalla scoperta fatta dai ricercatori di Brunico, Innsbruck e Verona, che le persone che hanno una maggiore quantita' di RANKL nel sangue presentano un maggiore rischio di sviluppare il diabete. Ricercatori tedeschi hanno allora modificato geneticamente alcuni topi (aumentando o riducendo la concentrazione di proteina RANKL) e confermato che RANKL e' effettivamente coinvolta nel metabolismo del glucosio. Inoltre i ricercatori hanno dimostrato che bloccare RANKL nei topi diabetici porta a un miglioramento delle alterazioni metaboliche tipiche della malattia: infatti, bloccare questa proteina aumenta la capacita' del fegato di rispondere all'insulina e riduce l'eccessiva produzione epatica di glucosio. Infine i ricercatori dell'Universita' Cattolica-Policlinico A. Gemelli di Roma hanno utilizzato topini alimentati con dieta grassa (simile alla dieta scorretta che porta molte persone a sviluppare diabete), dimostrando in modo inequivocabile che diminuendo la concentrazione ematica di RANKL era possibile prevenire la tipica condizione dei picchi di insulina e di ridotta sensibilita' dell'organismo a questo ormone (insulino-resistenza) che e' il primo passo verso la comparsa del diabete.

''Esistono gia' dei farmaci che agiscono su RANKL - spiega Giaccari - ma sono destinati unicamente alla cura di malattie reumatiche. E' molto probabile che questi farmaci abbiano anche un effetto positivo sulla comparsa del diabete, ma i loro effetti collaterali ne sconsigliano l'uso per questo fine. Il vantaggio di questa ricerca e' che ci si e' molto avvicinati alla comprensione del legame infiammazione-diabete. E' molto probabile che questa scoperta possa portare allo sviluppo di nuovi farmaci destinati direttamente alla prevenzione del diabete e a tutte le condizioni che portano con se' l'insulina alta''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina