giovedì 08 dicembre | 07:14
pubblicato il 14/mag/2013 14:03

Dia: arrestati a Trezzano amministratori e imprenditori per corruzione

(ASCA) - Milano, 14 mag - Un ''pesante quadro di corruttele e illegalita' con pubblici amministratori asserviti agli interessi di imprenditori e con professionisti abili nel mascherare, con un giro di false fatturazioni, il pagamento di tangenti''. Questo il quadro accusatorio che ha portato oggi all' arresto, da parte del personale della Dia di Milano, di 8 persone tra pubblici amministratori, professionisti e imprenditori, a seguito di un'indagine che ha fatto luce su un'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. ''Numerosi e gravi'' i fatti emersi in gran parte legati legati all'approvazione del P.G.T. del comune di Trezzano sul Naviglio e ai tentativi di condizionarne gli atti.

Eseguite, con la collaborazione di personale della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, piu' di 30 perquisizioni in varie localita' della provincia di Milano, Varese e Bergamo e notificate informazioni di garanzia nei confronti di altre 8 persone coinvolte a vario titolo negli illeciti accertati.

Gli arrestati, indagati per associazione a delinquere e corruzione aggravata in concorso, sono : gli assessori ai Servizi Sociali e ai Lavori Pubblici del comune di Trezzano; il Comandante della Polizia Municipale del comune lombardo; un imprenditore; 2 commercialisti e un geometra dell'Ufficio Tecnico del comune di Trezzano.

Dalle indagini e' emerso ''un pesante quadro di corruttele e illegalita' con pubblici amministratori asserviti agli interessi di imprenditori e con professionisti abili nel mascherare, con un giro di false fatturazioni, il pagamento di tangenti''.

Definito ''significativo'' l'episodio legato al tentativo di spostare l'asilo comunale di via Fogazzaro nel comune di Trezzano sul Naviglio per far posto ad un parcheggio destinato ad un centro commerciale. Vicenda collegata alla promessa di una somma non inferiore a 500 mila euro e alla corresponsione, in piu' occasioni, di una somma non inferiore a 230 mila euro. Gli inquirenti hanno anche documentato la consegna di una tangente avvenuta all'interno di un'auto.

Tangenti di cui e' stato accertato il trasferimento su conti in Svizzera.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni