mercoledì 18 gennaio | 17:14
pubblicato il 14/mag/2013 14:03

Dia: arrestati a Trezzano amministratori e imprenditori per corruzione

(ASCA) - Milano, 14 mag - Un ''pesante quadro di corruttele e illegalita' con pubblici amministratori asserviti agli interessi di imprenditori e con professionisti abili nel mascherare, con un giro di false fatturazioni, il pagamento di tangenti''. Questo il quadro accusatorio che ha portato oggi all' arresto, da parte del personale della Dia di Milano, di 8 persone tra pubblici amministratori, professionisti e imprenditori, a seguito di un'indagine che ha fatto luce su un'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. ''Numerosi e gravi'' i fatti emersi in gran parte legati legati all'approvazione del P.G.T. del comune di Trezzano sul Naviglio e ai tentativi di condizionarne gli atti.

Eseguite, con la collaborazione di personale della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, piu' di 30 perquisizioni in varie localita' della provincia di Milano, Varese e Bergamo e notificate informazioni di garanzia nei confronti di altre 8 persone coinvolte a vario titolo negli illeciti accertati.

Gli arrestati, indagati per associazione a delinquere e corruzione aggravata in concorso, sono : gli assessori ai Servizi Sociali e ai Lavori Pubblici del comune di Trezzano; il Comandante della Polizia Municipale del comune lombardo; un imprenditore; 2 commercialisti e un geometra dell'Ufficio Tecnico del comune di Trezzano.

Dalle indagini e' emerso ''un pesante quadro di corruttele e illegalita' con pubblici amministratori asserviti agli interessi di imprenditori e con professionisti abili nel mascherare, con un giro di false fatturazioni, il pagamento di tangenti''.

Definito ''significativo'' l'episodio legato al tentativo di spostare l'asilo comunale di via Fogazzaro nel comune di Trezzano sul Naviglio per far posto ad un parcheggio destinato ad un centro commerciale. Vicenda collegata alla promessa di una somma non inferiore a 500 mila euro e alla corresponsione, in piu' occasioni, di una somma non inferiore a 230 mila euro. Gli inquirenti hanno anche documentato la consegna di una tangente avvenuta all'interno di un'auto.

Tangenti di cui e' stato accertato il trasferimento su conti in Svizzera.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sciame sismico dopo tre forti scosse di mattina in centro Italia
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina