mercoledì 22 febbraio | 00:47
pubblicato il 03/dic/2013 18:34

Decreto legge sulla Terra dei fuochi: reato bruciare i rifiuti

Anche l'esercito controllerà il territorio, fondi per bonifica

Decreto legge sulla Terra dei fuochi: reato bruciare i rifiuti

Milano (askanews) - Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge per la Terra dei fuochi, l'area di territorio della Campania nel quale la Camorra ha sversato per anni rifiuti tossici, creando una vera e propria polveriera ambientale. L'annuncio è stato dato dal presidente del Consiglio Enrico Letta."Oggi è un passaggio molto importante, non era mai accaduto - hadetto il premier - che le istituzioni nazionali, il Governo, lo Stato nel suo complesso, affrontassero l'emergenza della Terra dei fuochi".Con il decreto legge viene introdotto nell'ordinamento italiano il reato di combustione dei rifiuti. E' inoltre stabilita la perimetrazione delle aree agricole e della campagna interessate. Entro 150 giorni tutti i terreni saranno controllati mentre arrivano i primi stanziamenti di fondi per la bonifica. Infine è prevista anche la possibilità di usare i militari sul territorio.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia