sabato 10 dicembre | 00:35
pubblicato il 28/ott/2013 12:00

Datagate, a Roma la polizia ispeziona perimetro ambasciata Usa

Squadre antisabotaggio e unità cinofile in tombini e cunicoli

Datagate, a Roma la polizia ispeziona perimetro ambasciata Usa

Roma, 28 ott. (askanews) - A Roma agenti di polizia, coadiuvati anche da unità cinofile e squadre antisabotaggio, oggi hanno monitorato i numerosi cunicoli e tombini nei pressi di obiettivi sensibili, sopratutto nelle vicinanze delle sedi diplomatiche e in particolare lungo il perimetro dell'Ambasciata degli Stati Uniti d'America in Via Vittorio Veneto. A quanto si apprende l'operazione è da ricondurre ai recenti sviluppi del caso "Datagate", anche se rientra anche nelle varie "attività di prevenzione" predisposte dalla Questura con vari servizi di controllo del territorio, che impegnano giornalmente tutte le forze di polizia della capitale, per garantire un immediato intervento in caso di qualsiasi criticità. In questo caso in particolare, oltre agli obiettivi istituzionali, particolare interesse è stato dedicato alle sedi diplomatico-consolari e ad altri obiettivi e interessi ad essi riconducibili.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina