lunedì 16 gennaio | 13:55
pubblicato il 28/nov/2013 20:24

Cultura: alla GNAM di Roma notte al Museo con opera Francesca Montinaro

Cultura: alla GNAM di Roma notte al Museo con opera Francesca Montinaro

(ASCA) - Roma, 28 nov - In occasione dell'apertura straordinaria di Una Notte al Museo, sabato 30 novembre 2013 alle ore 18.00 alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, inaugura ''Ritratto continuo mod. 3 .375.020.000'' , un progetto di video installazione pensato e realizzato dall'artista romana Francesca Montinaro, con la curatela di Maria Vittoria Marini Clarelli, art promoter Ines Musumeci Greco e accompagnato da un testo critico di Miriam Mirolla. Riferito al numero approssimativo di donne nel mondo, e' un ritratto di gruppo al femminile in cui le singole donne, prese nel loro insieme e valorizzate nella loro singolarita', sono espressione di un nuovo concetto d'identita' sociale, incentrato sull'originalita' individuale, sulla forza vitale e sulla convinzione, tipicamente femminile, di poter influire positivamente sul futuro del mondo.

L'artista chiede a ogni donna partecipante di riflettere sulla propria identita' e sul proprio ruolo, e sintetizzarlo compiendo un gesto simbolico: sporcarsi le mani per scagliare un messaggio al di la' del video.

Quattro i modelli femminili individuati: le spose, le suore, le saleswomen door- to-door, le scultrici della parola. Tutte donne-icona, donne in divisa. Le spose con i loro abiti rappresentano ancora oggi per molta popolazione femminile la tappa obbligata per l'emancipazione dalla famiglia d'origine. Le suore, anche loro in abiti/divisa, sono le prime donne a seguire una vocazione personale, le prime donne ad aver studiato e lavorato, donne non recluse bensi' aperte al mondo. Le saleswomen, la cui divisa e' rappresentata dall'ufficio/borsa, sono quelle donne che, negli anni 60/80, hanno attuato una rivoluzione sociale, economica e intellettuale, attraverso l'invenzione americana del door-to-door.

Le scultrici della parola, infine, sono tutte quelle donne che usando professionalmente la parola come veicolo del proprio pensiero, diventano il salvacondotto per i pensieri di tutte le altre. Tra le donne invitate a partecipare al progetto Dacia Maraini, Francesca Reggiani, Serena Dandini, Francesca Franci, Camilla Baresani, Roberta Torre, Myrta Merlino, Simona Izzo e molte altre ancora. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Maltempo
P. Civile: ancora neve al centro-sud, venti forti anche al nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Trump avverte Merkel su commercio: troppe Mercedes negli Usa
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Spazio, lanciato razzo di SpaceX dopo l'esplosione di settembre
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Anas: nel 2016 traffico in crescita, su tutta la rete +2,45%