venerdì 02 dicembre | 21:17
pubblicato il 28/nov/2013 20:24

Cultura: alla GNAM di Roma notte al Museo con opera Francesca Montinaro

Cultura: alla GNAM di Roma notte al Museo con opera Francesca Montinaro

(ASCA) - Roma, 28 nov - In occasione dell'apertura straordinaria di Una Notte al Museo, sabato 30 novembre 2013 alle ore 18.00 alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, inaugura ''Ritratto continuo mod. 3 .375.020.000'' , un progetto di video installazione pensato e realizzato dall'artista romana Francesca Montinaro, con la curatela di Maria Vittoria Marini Clarelli, art promoter Ines Musumeci Greco e accompagnato da un testo critico di Miriam Mirolla. Riferito al numero approssimativo di donne nel mondo, e' un ritratto di gruppo al femminile in cui le singole donne, prese nel loro insieme e valorizzate nella loro singolarita', sono espressione di un nuovo concetto d'identita' sociale, incentrato sull'originalita' individuale, sulla forza vitale e sulla convinzione, tipicamente femminile, di poter influire positivamente sul futuro del mondo.

L'artista chiede a ogni donna partecipante di riflettere sulla propria identita' e sul proprio ruolo, e sintetizzarlo compiendo un gesto simbolico: sporcarsi le mani per scagliare un messaggio al di la' del video.

Quattro i modelli femminili individuati: le spose, le suore, le saleswomen door- to-door, le scultrici della parola. Tutte donne-icona, donne in divisa. Le spose con i loro abiti rappresentano ancora oggi per molta popolazione femminile la tappa obbligata per l'emancipazione dalla famiglia d'origine. Le suore, anche loro in abiti/divisa, sono le prime donne a seguire una vocazione personale, le prime donne ad aver studiato e lavorato, donne non recluse bensi' aperte al mondo. Le saleswomen, la cui divisa e' rappresentata dall'ufficio/borsa, sono quelle donne che, negli anni 60/80, hanno attuato una rivoluzione sociale, economica e intellettuale, attraverso l'invenzione americana del door-to-door.

Le scultrici della parola, infine, sono tutte quelle donne che usando professionalmente la parola come veicolo del proprio pensiero, diventano il salvacondotto per i pensieri di tutte le altre. Tra le donne invitate a partecipare al progetto Dacia Maraini, Francesca Reggiani, Serena Dandini, Francesca Franci, Camilla Baresani, Roberta Torre, Myrta Merlino, Simona Izzo e molte altre ancora. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari