lunedì 20 febbraio | 09:37
pubblicato il 03/gen/2013 16:01

Cultura: ''Pinochet ricordi la fine di Hitler'', le lettere di La Pira

(ASCA) - Milano, 3 gen - ''Ricordi divina ammonitrice Parola.

Qui Gladio ferit gladio perit. La Pira''. E' uno dei tanti telegrammi che Giorgio la Pira, sindaco di Firenze, scrive al generale Pinochet, all'indomani del golpe in Cile, avvenuto l'11 settembre 1973.

''Mediti giudizio di Dio leggendo San Matteo Venticinque.

La Pira'' si legge in un altro messaggio. E in una minuta: ''Cessi terribili operazioni. Ricordi la fine di Hitler'', lo ammonisce. Questi ed altri testi vengono resi pubblici oggi dal quotidiano ''Avvenire'', nelle pagine di Agora', spulciando nell'archivio della Fondazione La Pira. Dopo la pubblicazione, nel 2009, del volume con la classificazione della corrispondenza (45 mila documenti), Polistampa ha licenziato da poco un ulteriore libro che consente di gettare un puntuale sguardo su Lettere, appunti, discorsi dell'Archivio lapiriano, a cura di Samuela Cupello e Beatrice Armandi. La vicenda cilena, ad esempio, appassiona La Pira fin dagli inizi degli anni '50. Nei '60 l'arrivo alla presidenza del democristiano Eduardo Frei lo entusiasma e gli fa scrivere a Bob Kennedy che ''Frei e' la speranza storica dell'America Latina'' (6 luglio 1965).

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia