domenica 04 dicembre | 09:15
pubblicato il 29/mar/2011 13:55

Cucchi/ Gup: Stefano ricoverato per nasconderlo e non curarlo

Le motivazioni della sentenza emessa il 25 gennaio scorso

Cucchi/ Gup: Stefano ricoverato per nasconderlo e non curarlo

Roma, 29 mar. (askanews) - Stefano Cucchi, "doveva essere necessariamente internato" nella struttura sanitaria protetta dell'ospedale Sandro Pertini per "evitare che soggetti estranei all'amministrazione penitenziaria prendessero cognizione delle tragiche condizioni in cui era stato ridotto" e che tutto "venisse portato a conoscenza dell'autorità giudiziaria". La scelta fu adottata, ben sapendo che il Pertini non fosse una struttura adeguata, "per tenere Cucchi al riparo da sguardi indiscreti sottraendolo intenzionalmente a tutte le cure di cui aveva bisogno". Così afferma il giudice Rosalba Liso nelle motivazioni della sentenza emessa il 25 gennaio scorso nei confronti del funzionario del Prap (provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria) Claudio Marchiandi, condannandolo a due anni di reclusione. A giudizio sono stati mandati 12 imputati, tre agenti penitenziari per il presunto pestaggio di Cucchi avvenuto nelle celle del tribunale di Roma, sei medici e tre infermieri del Pertini. "Le condizioni fisiche di Stefano - afferma il giudice - erano palpabili e visibili a ciascuno, erano ben note nel contesto della polizia penitenziaria per la pluralità di soggetti che l'avevano visto ed accompagnato. Non c'era spazio a dubbi di sorta in ordine al fatto che Stefano fosse stato picchiato". (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari