lunedì 05 dicembre | 00:10
pubblicato il 18/mar/2011 07:37

Crotone/Sgominata banda familiare specializzata in rapine e armi

Arresti a Reggio Emilia, Cremona, Crema e Crotone

Crotone/Sgominata banda familiare specializzata in rapine e armi

Crotone, 18 mar. (askanews) - I Carabinieri del Comando Provinciale di Crotone hanno arrestato quattordici persone fra Crotone, Cutro (Kr), Guastalla (Re), Crema e Cremona, accusate di far parte di una banda a conduzione familiare, responsabile di numerose rapine in abitazione, farmacie, distributori di benzina, ricettazione e porto di armi clandestine, dedita anche allo spaccio di sostanze stupefacenti nei locali pubblici e nelle scuole, che nel corso di un regolamento di conti aveva anche tentato di uccidere un appartenente ad un gruppo rivale che voleva acquisire il controllo del territorio. Fra gli arrestati anche gli autori di un attentato dinamitardo preventivo ai danni di un assessore comunale all'ambiente del Comune di Cutro (KR) al fine di scoraggiarne la possibile collaborazione con i Carabinieri in occasione di un tentato furto di materiale informatico. Il provvedimento di custodia cautelare è stato emesso dal G.I.P. di Crotone su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo e colpisce la cosca facente capo alla famiglia Martino di Cutro (KR), il cui capostipite, Vito, si trova, in atto, detenuto per associazione mafiosa ed altro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari