domenica 04 dicembre | 20:06
pubblicato il 01/giu/2011 16:02

Crotone, pizzo per gestire lavanderia clinica Sant'Anna: 3 fermi

I tre fermati sono legati alla cosca Megna

Crotone, pizzo per gestire lavanderia clinica Sant'Anna: 3 fermi

Pizzo per continuare a gestire la lavanderia clinica Sant'Anna Hospital di Crotone. La vittima un'azienda di Catanzaro; tre i fermi di persone legate alla cosca Megna, come spiega Rodolfo Ruperti, capo della squadra mobile di Catanzaro.I tre fermati, fra cui c'è anche un infermiere della clinica San'Anna, avevano contattato prima alcuni dipendenti della ditta Impremed, che si occupa del lavaggio e del trasporto della biancheria, fermando uno dei furgoni per strada. Poi gli estorsori si sono rivolti direttamente ai titolari della società a cui era stato chiesto di pagare 6mila euro da dividere in tre rate per continuare a lavorare a Crotone. Gli inquirenti, fra loro il procuratore capo della Dda di Catanzaro Vincenzo Antonio Lombardo, hanno sottolineato l'importanza per l'accelerazione delle indagini della denuncia dell'azienda vittima della tentata estorsione.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari