lunedì 27 febbraio | 06:19
pubblicato il 06/giu/2011 18:24

Crotone a piedi per sciopero autolinee: è guerra fra sindacati

La Cisal mette sotto accusa l'accordo separato fatto da azienda

Crotone a piedi per sciopero autolinee: è guerra fra sindacati

Crotone a piedi per lo stato di agitazione delle autolinee Romano. I lavoratori sono fermi in segno di protesta contro i premi produzione e la stabilizzazione dei precari, questioni sulle quali l'azienda avrebbe firmato un accordo solo con alcune sigle sindacali, senza contattare invece il sindacato più rappresentativo, la Faisa-Cisal, a cui sono iscritti circa 175 dipendenti a fronte dei 40 di Cigl, Cisl e Uil. Duri i toni della Cisal che parla di un atto gravissimo e accusa le altre sigle sindacali di compiacere l'aziende. I servizi, precisa il sindacato, riprenderanno quando l'azienda revocherà l'accordo e si siederà di nuovo al tavolo delle trattative. Disagi per i cittadini che hanno trovato il servizio urbano bloccato, mentre le tratte regionali ed interregionali in parte hanno funzionato.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech