lunedì 27 febbraio | 01:39
pubblicato il 30/ago/2013 20:11

Croce rossa: accordo di cooperazione con Mezzaluna Rossa Iraniana

Croce rossa: accordo di cooperazione con Mezzaluna Rossa Iraniana

(ASCA) - Roma, 30 ago - E' stato siglato oggi a Roma un protocollo di intesa e di cooperazione tra la Croce rossa italiana e la Mezzaluna Rossa Iraniana volto a favorire scambi formativi tra i volontari delle due associazioni. Lo riferisce la stessa Cri in una nota.

Alla cerimonia erano presenti Francesco Rocca, Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana, Mohammad Sh. Mohammadi Araghi, Sottosegretario Generale per gli Affari Internazionali e per il Diritto Internazionale Umanitario della IRCS, Mohammadhosein Soufi, membro del Consiglio Supremo della IRCS e J. Mozaffari, Ambasciatore della Repubblica Islamica dell'Iran. Rocca ha affermato che ''la sigla dell'intesa rappresenta un momento molto importante e significativo, che sottolinea l'amicizia e la collaborazione tra le due societa' nazionali che hanno da affrontare quotidianamente problematiche ed emergenze simili, dai terremoti ai profili dell'emergenza sanitaria e del diritto internazionale umanitario''.

''L'accordo durera' 2 anni e a ottobre - ha concluso Rocca - inizieremo l'attivita' a Teheran nell'ambito della formazione. I nostri volontari 'quadri' andranno a tenere corsi li', lo stesso faranno loro da noi. I volontari iraniani hanno sviluppato grande capacita' nella risposta ai disastri naturali''.

''Il rapporto tra la Cri e la Mezzaluna Rossa Iraniana e' di lunga durata. Ci sono sempre stati buoni rapporti di collaborazione con i colleghi della CRI negli eventi dolorosi e calamitosi - ha detto il Sottosegretario Generale della Ircs -. Nell'aprile scorso il Presidente della CRI e' venuto in visita in Iran e ha visto le nostre potenzialita' e capacita', invitandoci in Italia. Con questo accordo il rapporto tra le due Societa' nazionali si sviluppera' e potremo sfruttarlo nel campo formativo, educativo, sanitario, degli studi, dei diritti dell'uomo, dell'emergenza, degli eventi di guerra e anche in altri settori potremo sviluppare l'insegnamento e l'apprendimento''.

''In questi due giorni ho visitato i vari centri della CRI - ha proseguito il Sottosegretario Generale della IRCS - ho visto il loro impegno e il loro lavoro nei diversi campi.

L'Iran e' un Paese soggetto a eventi climatici e naturali e abbiamo anche noi l'esperienza in questi ambiti. Questo scambio di informazioni e collaborazioni potranno contribuire a migliorare le condizioni delle persone bisognose non solo nei due Paesi, ma anche in altri''.

''In Siria - ha concluso il Sottosegretario - fin dall'inizio del conflitto armato abbiamo collaborato con la Mezzaluna Rossa Siriana per portare aiuto alla popolazione e abbiamo collaborato anche con la Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e con altre organizzazioni dei Paesi vicini. La speranza e' che la guerra non si allarghi, ma si restringa in modo che si possa portare meglio aiuto a chi ne ha bisogno''.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech