sabato 21 gennaio | 03:59
pubblicato il 10/mag/2012 17:00

Crisi/ Imprenditore si suicida in parcheggio santuario Pompei

Ha lasciato tre lettere, una di accuse ad Equitalia

Crisi/ Imprenditore si suicida in parcheggio santuario Pompei

Napoli, 10 mag. (askanews) - Un imprenditore di 63 anni si è ucciso sparandosi un colpo alla testa nel parcheggio del santuario di Pompei, in provincia di Napoli. Arcangelo Arpino, di Vico Equense, titolare di una impresa edile, si è tolto la vita esplodendo un colpo di pistola calibro 7.65 legalmente detenuta. Il 63nne ha lasciato tre lettere: una di scuse ai propri familiari, un'altra in cui parla dei suoi problemi economici, e una terza di accuse contro Equitalia. Sembra, infatti, che l'imprenditore avesse ricevuto delle cartelle esattoriali. Sul fatto stanno indagando i carabinieri chiamati anche ad indagare se realmente il suicida avesse problemi economici e debiti con l'Agenzia delle entrate.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4