lunedì 27 febbraio | 07:40
pubblicato il 27/mag/2012 15:45

Crisi/ Imprenditore oppresso da troppi debiti suicida a Cagliari

Si è sparato dopo che il fratello lo aveva salvato dal gas

Crisi/ Imprenditore oppresso da troppi debiti suicida a Cagliari

Cagliari, 27 mag. (askanews) - Ermanno Gravellino, 73 anni, imprenditore sardo molto noto a Cagliari e nel Sulcis, si è suicidato ieri sera per la disperazione di non poter ripagare molti debiti che lo opprimevano da tempo. Lo ha reso noto il quotidiano L'Unione Sarda, spiegando che l'uomo nella tarda serata di ieri per suicidarsi aveva aperto la bombola del gas ed ha chiuso la stanza del suo appartamento di via Tuveri, a Cagliari. Salvato dal fratello, poco dopo si è però tolto la vita sparandosi con una pistola. Sul posto è intervenuta la polizia. Nato a Selargius, l'imprenditore aveva un'azienda, la Edilforniture, che aveva molte commesse nel Sulcis, in particolare a Portovesme.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech