venerdì 09 dicembre | 07:48
pubblicato il 27/mag/2012 15:45

Crisi/ Imprenditore oppresso da troppi debiti suicida a Cagliari

Si è sparato dopo che il fratello lo aveva salvato dal gas

Crisi/ Imprenditore oppresso da troppi debiti suicida a Cagliari

Cagliari, 27 mag. (askanews) - Ermanno Gravellino, 73 anni, imprenditore sardo molto noto a Cagliari e nel Sulcis, si è suicidato ieri sera per la disperazione di non poter ripagare molti debiti che lo opprimevano da tempo. Lo ha reso noto il quotidiano L'Unione Sarda, spiegando che l'uomo nella tarda serata di ieri per suicidarsi aveva aperto la bombola del gas ed ha chiuso la stanza del suo appartamento di via Tuveri, a Cagliari. Salvato dal fratello, poco dopo si è però tolto la vita sparandosi con una pistola. Sul posto è intervenuta la polizia. Nato a Selargius, l'imprenditore aveva un'azienda, la Edilforniture, che aveva molte commesse nel Sulcis, in particolare a Portovesme.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni