martedì 24 gennaio | 01:58
pubblicato il 27/mag/2012 15:45

Crisi/ Imprenditore oppresso da troppi debiti suicida a Cagliari

Si è sparato dopo che il fratello lo aveva salvato dal gas

Crisi/ Imprenditore oppresso da troppi debiti suicida a Cagliari

Cagliari, 27 mag. (askanews) - Ermanno Gravellino, 73 anni, imprenditore sardo molto noto a Cagliari e nel Sulcis, si è suicidato ieri sera per la disperazione di non poter ripagare molti debiti che lo opprimevano da tempo. Lo ha reso noto il quotidiano L'Unione Sarda, spiegando che l'uomo nella tarda serata di ieri per suicidarsi aveva aperto la bombola del gas ed ha chiuso la stanza del suo appartamento di via Tuveri, a Cagliari. Salvato dal fratello, poco dopo si è però tolto la vita sparandosi con una pistola. Sul posto è intervenuta la polizia. Nato a Selargius, l'imprenditore aveva un'azienda, la Edilforniture, che aveva molte commesse nel Sulcis, in particolare a Portovesme.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4