domenica 11 dicembre | 03:25
pubblicato il 29/lug/2013 16:32

Crisi: Confeuro, ripartire da cultura agricola

Crisi: Confeuro, ripartire da cultura agricola

(ASCA) - Roma, 19 lug - L'agricoltura ha diversi problemi relativi ai malfunzionamenti della filiera agroalimentare e alla mancata attuazione di importanti riforme, per rilanciarla pero' non serve solo ristrutturare i suoi meccanismi interni, ma anche ridarle il valore sociale e culturale disperso in questi anni. Ci sono diversi provvedimenti che possono essere adottati in questo senso, - dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso - ma riportarla nelle scuole deve essere necessariamente il primo passo.

''La stessa educazione alimentare non puo' essere limitata solo alla presenza di mense di qualita' all'interno degli istituti scolastici, ma deve prevedere anche una maggiore consapevolezza da parte dei ragazzi dei vantaggi rappresentati da una corretta alimentazione. E' ricominciando dalle fondamenta - conclude Tiso - che si ristabilisce nel paese il primato agricolo; e non da l'attuazione di misure tampone che nel migliore dei casi non hanno altri meriti se non quelli di arginare i gravi danni che questi ultimi esecutivi hanno inflitto al settore agroalimentare''.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina