venerdì 02 dicembre | 21:02
pubblicato il 22/mag/2012 15:34

Crisi/ Commerciante legnami si uccide in Irpinia,oppresso debiti

A Baiano 40enne con 2 figli si spara colpo di fucile alla testa

Crisi/ Commerciante legnami si uccide in Irpinia,oppresso debiti

Napoli, 22 mag. (askanews) - Si è ucciso sparandosi un colpo di fucile alla testa, forse perché oppresso dai debiti che non riusciva più a fronteggiare. La tragedia si è consumata questa mattina a Baiano, centro in provincia di Avellino. La vittima, G.L., 40 anni, divorziato e padre di due figli, aveva una piccola ditta di legnami. L'uomo si è suicidato proprio all'interno del capannone adibito a deposito in via Calabricito, a poca distanza dall'uscita del casello autostradale di Baiano. G.L. non ha lasciato biglietti, ma secondo le prime testimonianze raccolte dai carabinieri, pare fosse da tempo depresso per i suoi problemi economici e per il fatto di non poter più fronteggiare i debiti con i suoi fornitori.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari