lunedì 23 gennaio | 12:13
pubblicato il 07/lug/2011 14:03

Crescono separazioni e divorzi: finisce male 1 matrimonio su 4

Dati Istat 2009: Incrementi più contenuti, in aumento l'età media

Crescono separazioni e divorzi: finisce male 1 matrimonio su 4

Roma, 7 lug. (askanews) - In Italia continuano a crescere separazioni e divorzi: nel 2009 sono stati rispettivamente 85.945 e 54.456, con un incremento sull'anno precedente del 2,1% e dello 0,2%. Lo dice l'Istat nel rapporto 'Separazioni e divorzi in Italia - 2009' spiegando che si tratta, soprattutto nel caso dei divorzi, di incrementi molto più contenuti rispetto a quelli registrati tra 2007 e 2008 (3,4% per le separazioni e 7,3% per i divorzi). I due fenomeni sono tuttavia in costante crescita: se nel 1995 ogni 1.000 matrimoni si erano registrati 158 separazioni e 80 divorzi, nel 2009 si arriva a 297 separazioni e 181 divorzi (239 la media tra i due: il 24% dei matrimoni celebrati). La durata media del matrimonio al momento dell'iscrizione a ruolo del procedimento è di 15 anni per le separazioni e a 18 anni per i divorzi. L'età media alla separazione è di circa 45 anni per i mariti e 41 per le mogli; in caso di divorzio raggiunge rispettivamente 47 e 43 anni. Sono valori aumentati negli anni, sia per una drastica diminuzione delle separazioni sotto i 30 anni (in gran parte effetto della posticipazione delle nozze verso età più mature) sia per un aumento delle separazioni con almeno uno sposo ultrasessantenne. La tipologia di procedimento scelta in prevalenza dai coniugi è quella consensuale: nel 2009 si sono concluse consensualmente l'85,6% delle separazioni e il 72,1% dei divorzi. Il 66,4% delle separazioni e il 60,7% dei divorzi hanno riguardato coppie con figli avuti durante il matrimonio. Fino al 2005, ha prevalso l'affidamento esclusivo dei figli minori alla madre. Nel 2006 la Legge 54/2006 ha introdotto l'istituto dell'affido condiviso dei figli minori come modalità ordinaria e ha avuto conseguenze evidenti: nel 2009, continua l'Istat, l'86,2% delle separazioni di coppie con figli ha previsto l'affido condiviso contro il 12,2% dei casi in cui i figli sono stati affidati esclusivamente alla madre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4