venerdì 24 febbraio | 12:19
pubblicato il 12/mar/2012 13:22

"Cowbird", il social network per i cantastorie del Web

Il sito raccoglie racconti con parole, audio o immagini

"Cowbird", il social network per i cantastorie del Web

Milano, (askanews) - E' nato il social network per cantastorie del Web. "Cowbird" chiede agli iscritti di raccontare con parole, file audio e immagini. Ogni utente crea il proprio diario organizzandolo per luoghi, date o parole chiave: così si raccontano le piccole storie che costituiscono la trama dei grandi eventi, come nel caso della saga del movimento Occupy negli Stati Uniti, attorno alle proteste dei cittadini contro la finanza che hanno animato molte città americane sono state scritte oltre 500 storie. I creatori del sito spiegano che il loro obiettivo è quello di costruire una sorta di biblioteca pubblica dell'esperienza umana da lasciare alle generazioni future. Ogni storia infatti non è chiusa in sé, ma c'è una funzione apposta per farla diventare spunto per un'altra raccontata da un utente diverso, in una catena di parole che diventano un racconto senza fine.Servizio a cura di Lucilla Nuzzo

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech