martedì 28 febbraio | 17:50
pubblicato il 03/giu/2014 12:00

Costa: Genova pronta ad accogliere Concordia senza nuovi lavori

In 83 pagine le motivazioni della scelta per lo smaltimento

Costa: Genova pronta ad accogliere Concordia senza nuovi lavori

Firenze, 3 giu. (askanews) - Genova è già pronta ad accogliere il relitto della Costa Concordia, e il porto non necessita di nuove opere né di modifica di quelle esistenti. Lo garantisce la Costa Crociere in una relazione di 83 pagine, inviata al Governo, sulla destinazione della nave naufragata all'isola del Giglio il 13 gennaio 2012. Anche per il trattamento dei rifiuti solidi, come di quelli liquidi, non ci sarà bisogno di ulteriori interventi. E' prevista anche l'installazione di impianti di trattamento delle emissioni in aria. Tutte caratteristiche che hanno fatto preferire Genova a Piombino, ancora indietro con i lavori di dragaggio. Intanto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, insiste sul fatto che invece a settembre il porto toscano, molto più vicino al Giglio, sarebbe pronto a smantellare la Concordia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Campidoglio
Roma, chiesto il giudizio immediato per Marra e Scarpellini
Firenze
Spari a auto dell'imprenditore amico di Renzi, 2 arresti a Firenze
Terremoti
Mibact: 73 opere d'arte recuperate nelle zone colpite dal sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech