lunedì 23 gennaio | 08:05
pubblicato il 21/feb/2013 12:13

Costa Concordia: sindaco Giglio, evidenti problemi tecnici rimozione

(ASCA) - Firenze, 21 feb - Nei lavori di rimozione della Costa Concordia dall'Isola del Giglio ci sono ''evidenti problemi tecnici che, di volta in volta, si ripropongono e rischiano di rallentare i lavori sulla nave''.

Lo afferma Sergio Ortelli, sindaco di Isola del Giglio, nel giorno in cui si riuniscono a Roma, davanti al ministro Corrado Clini, Regione Toscana, Osservatorio, il Commissario per l'emergenza e i dirigenti di Costa Crociere che dovranno presentare lo stato dei lavori e le proposte di rimozione.

''In vista dell'incontro di oggi, al quale si e' ritenuto non far partecipare il Comune di Isola del Giglio, prendiamo atto che, ad un mese dall'inizio della stagione turistica la discussione dentro e fuori l'Osservatorio e le interlocuzioni con Costa Crociere, si sono spostate quasi esclusivamente sul tema del porto di destinazione del relitto, ribaltando sostanzialmente l'ordine delle priorita': liberare l'Isola del Giglio dal relitto della Costa Concordia'', denuncia Ortelli. Il sindaco afferma che i gigliesi non sono ''piu' disponibili a tollerare, soprattutto in presenza di evidenti problemi tecnici che, di volta in volta, si ripropongono e rischiano di rallentare i lavori sulla nave. Il Giglio ha avuto fino ad oggi estrema comprensione e pazienza. Ma c'e' un limite che non puo' essere oltrepassato. Ed e' quello del rispetto civico e del futuro economico e sociale di un intero territorio che e' patrimonio toscano e italiano''. In questo contesto, il Comune di Isola del Giglio, ''se continuera' a venir meno il rispetto per la sua popolazione, uscira' formalmente dall'Osservatorio sui lavori di rimozione della Costa Concordia''. Il primo cittadino chiede che il governo ''Governo si faccia carico di spingere per una rimozione piu' rapida del relitto e Costa Crociere torni a confrontarsi con noi come interlocutore affidabile e serio senza anteporre i propri interessi di mercato a quelli piu' generali di una comunita' con un futuro a rischio. Chiediamo rispetto e considerazione perche' le prospettive iniziali sono state pregiudicate da ritardi e da situazioni, come quella portuale, in piena violazione delle indicazioni fornite dal Consiglio Comunale''.

afe/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4