lunedì 05 dicembre | 16:10
pubblicato il 27/feb/2014 15:05

Costa Concordia: Schettino, ho dato mio contributo tecnico a perizia

Costa Concordia: Schettino, ho dato mio contributo tecnico a perizia

(ASCA) - Isola del Giglio, 27 feb 2014 - ''Le sensazioni lasciamole da parte perche' non possono essere oggetto di approfondimento giornalistico'', ''io ho dato il mio contributo tecnico di comandante ai miei consulenti, ho fornito precise indicazioni che serviranno per arrivare all'esito finale delle perizie''. Lo ha detto l'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino, parlando con i giornalisti al termine del sopralluogo sulla nave.

''Io non posso dare nessuna spiegazione tecnica, c'e' un collega peritale'', ha aggiunto Schettino rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano come fosse andata l'ispezione a bordo. A chi gli chiedeva se riconosca sue responsabilita' nel naufragio Schettino ha risposto che ''le responsabilita' saranno accertate dal processo, ci sono delle regole precise che saranno esaminate dalle persone competenti e loro lo stabiliranno''.

Schettino ha anche affermato che ''c'e' un distinguo tra inchino e passaggio ravvicinato''.

''Mi auguro - ha concluso - che questa nave vada via da qui al piu' presto e che ci sia una ripresa delle attivita' turistiche del Giglio, lo auguro con tutto il cuore a questo posto''.

afe/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari