sabato 03 dicembre | 18:59
pubblicato il 27/feb/2014 12:03

Costa Concordia: Pm, per violazione sigilli possibili altri indagati

Costa Concordia: Pm, per violazione sigilli possibili altri indagati

(ASCA) - Isola del Giglio, 27 feb 2014 - ''Le indagini proseguono e il numero degli indagati potrebbe salire''. E' quanto afferma una fonte giudiziaria della Procura di Grosseto a proposito della nuova inchiesta che ipotizza i reati di violazione dei sigilli e frode processuale a carico di Franco Porcellacchia, dirigente di Costa Crociere, responsabile dei lavori di rimozione e gia' custode giudiziario del relitto, e di Camillo Casella, consulente di parte della stessa Compagnia. ''E' un fatto certamente molto grave - afferma Francesco Verusio, procuratore capo di Grosseto - ma non credo possa avere un grosso impatto sulle responsabilita' che abbiamo accertato per il naufragio. Noi proveremo come e' morta ciascuna delle 32 vittime e nessuna di esse e' morta perche' il generatore non ha funzionato''.

afe/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari