sabato 03 dicembre | 19:36
pubblicato il 15/ott/2012 10:30

Costa Concordia, parte incidente probatorio: la nave è ancora lì

Le immagini del gigante addormentato al largo del Giglio

Costa Concordia, parte incidente probatorio: la nave è ancora lì

Isola del Giglio (Grosseto) - Un gigante ferito e addormentato sugli scogli del mar Tirreno. Ecco come si presenta la Costa Concordia nel giorno dell'incidente probatorio che si tiene a Grosseto a poche miglia nautiche dall'isola del Giglio dove la nave da crociera è naufragata il 13 gennaio del 2012.La vita sull'isola toscana è tornata alla normalità, la convivenza forzata con l'immensa nave e lo sciame di fotografi, forze dell'ordine e curiosi è ormai rodata da mesi. Attorno al relitto della Concordia si continua a lavorare. Non mancano, nemmeno dieci mesi dopo l'incidente, le foto ricordo dei turisti quando si avvicinano a questa nave che doveva ospitare turisti e feste e ora giace in mare immobile e silenziosa.A Grosseto dagli schermi allestiti per l'incidente probatorio si potranno vedere le immagini e ascoltare le telefonate della sera del naufragio, fra l'equipaggio, la Costa, la Capitaneria e le forze dell'ordine. Saranno circa 500 le persone del "pubblico", tra familiari delle vittime e parti lese che prenderanno parte all'incidente probatorio presso il teatro moderno di Grosseto (+++ imma bazzichi costa concordia coperture da 00.00.37 ++++).

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari