domenica 26 febbraio | 20:36
pubblicato il 16/set/2013 20:49

Costa Concordia: Orlando, e' come operazione a cuore aperto

(ASCA) - Isola del Giglio, 16 set - ''Non concentrerei l'attenzione su un'ora in piu' o in meno. E' come un'operazione a cuore aperto, se serve mezz'ora in piu' e' mezz'ora spesa bene''. Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, all'Isola del Giglio, dove ha chiesto di essere ragguagliato sulla prosecuzione delle operazioni. Il ministro ha sottolineato che obiettivo importante dei lavori sul relitto della Costa Concordia e' ''trovare i due dispersi, conoscere il destino delle due povere vittime''.

I lavori in corso servono per ''chiudere una ferita'' ha detto, rimarcando che si cerchera' di ''limitare quanto piu' possibile il danno''.

A proposito del porto di destinazione del relitto, Orlando ha detto ''ne parleremo piu' avanti'' e sulle polemiche sollevate in ordine a questo tema ha detto che ''in Italia non mancano mai''.

Anche la questione del risarcimento dei danni sara' affrontata in un secondo momento, ''in fase processuale. Ora la nostra attenzione e' su questa operazione, chi sta lavorando adesso ha bisogno di tutto il nostro sostegno''.  afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech