lunedì 20 febbraio | 07:38
pubblicato il 13/gen/2013 14:59

Costa Concordia, nave si deformerà ma resterà integra -VideoDoc

L'assicurazione del project manager di Micoperi, Sergio Girotto

Costa Concordia, nave si deformerà ma resterà integra -VideoDoc

Isola d.Giglio (Gr), (askanews) - La Costa Concordia è in parte deformata, si deformerà "sicuramente" ancora di più nella fase di raddrizzamento, ma "dovrebbe rimanere un unico pezzo integrale". E' l'assicurazione data da Sergio Girotto, project manager di Micoperi, che coadiuva Titan Salvage nella rimozione della Costa Concordia, naufragata davanti all'isola del Giglio il 13 gennaio 2012."La nave è deformata per il suo stesso peso, e, già dall'iniziosi vedeva, nella parte appoggiata ha delle rocce che penetrano in certi punti", spiega Girotto."E' la prima volta che una nave viene rimossa in questo modo. Ma -continua- la tecnologia attuale permette di fare calcoli strutturali e verifiche molto approfondite e definite. I calcoli ci confermano che la struttura non dovrebbe avere cedimenti principali. Si deformerà sicuramente perché la struttura della nave non è nata per essere trattata nel modo in cui la dovremo trattare nella rotazione e nel galleggiamento. Però -conclude Girotto- dovrebbe rimanere il target iniziale. Dovrebbe rimanere un unico pezzo integrale".

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia