venerdì 09 dicembre | 07:03
pubblicato il 16/gen/2012 12:59

Costa Concordia, l'amico di Schettino: si prende colpe non sue

La solidarietà di Meta, il paese d'origine del comandante

Costa Concordia, l'amico di Schettino: si prende colpe non sue

Meta (askanews) - A Meta tutti conoscono Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia ora in carcere, che abitava qui con la moglie. Soprattutto tutti conoscono il suo lavoro visto che in questo paese di 8.000 abitanti nella penisola sorrentina in molti fanno i marittimi, compreso il suo vicino di casa e amico."Forse si sta prendendo colpe non sue - dice - se lui era a cena, c'erano gli ufficiali di comando sul ponte. Comunque, così è la prassi. Lui è il comandante, ora danno tutti addosso a lui"."Non bisogna dimenticare - conclude - che la decisione di Schettino di portare la nave a terra ha salvato molte vite.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni