mercoledì 18 gennaio | 11:51
pubblicato il 16/gen/2012 12:59

Costa Concordia, l'amico di Schettino: si prende colpe non sue

La solidarietà di Meta, il paese d'origine del comandante

Costa Concordia, l'amico di Schettino: si prende colpe non sue

Meta (askanews) - A Meta tutti conoscono Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia ora in carcere, che abitava qui con la moglie. Soprattutto tutti conoscono il suo lavoro visto che in questo paese di 8.000 abitanti nella penisola sorrentina in molti fanno i marittimi, compreso il suo vicino di casa e amico."Forse si sta prendendo colpe non sue - dice - se lui era a cena, c'erano gli ufficiali di comando sul ponte. Comunque, così è la prassi. Lui è il comandante, ora danno tutti addosso a lui"."Non bisogna dimenticare - conclude - che la decisione di Schettino di portare la nave a terra ha salvato molte vite.

Gli articoli più letti
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Liguria
Boschi in fiamme sulle alture di Genova, sfollati e strade chiuse
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa