lunedì 20 febbraio | 05:10
pubblicato il 22/giu/2011 17:42

Cosenza, sequestro di beni archeologici da scavi clandestini

Erano custoditi in due abitazioni private

Cosenza, sequestro di beni archeologici da scavi clandestini

Beni archeologici provenienti da scavi clandestini, tra cui 6 dipinti risalenti al 1.700 raffiguranti scene sacre, un reliquiario in legno di scuola lucana e vari monili dell'VIII sec. A.C., ma anche punte di lance e giavellotti, calici e lucerne: è il tesoro trovato dai carabinieri del nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza in due abitazioni di Eugenio De Cicco, arrestato ad aprile nell'ambito dell'operazione "Orchi", per una serie di violenze su un disabile. Il capitano Raffaele Giovinazzo.Il materiale archeologico proviene invece dagli scavi di Cozzo Torre, a Torano Castello, e di Torre Mordillo, a Spezzano Albanese.De Cicco adesso dovrà rispondere anche di ricettazione e impossessamento illecito di beni archeologici. Sono in corso accertamenti presso la banca dati del Ministero dei Beni culturali e nelle Curie territoriali per capire la provenienza del materiale ecclesiastico e dei quadri.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia