sabato 25 febbraio | 13:08
pubblicato il 11/lug/2012 17:44

Corteo No Tav a Torino contro la condanna di un'attivista

Manifestazione pacifica fin sotto palazzo Regione

Corteo No Tav a Torino contro la condanna di un'attivista

Torino, (askanews) - I No Tav a Torino sono arrivati fin sotto il palazzo della Regione Piemonte con un corteo improvvisato per le strade della città dopo la condanna di una ragazza del movimento. La piccola manifestazione di dissenso si è formata davanti a Palazzo di Giustizia, dove in molti si erano radunati per seguire le fasi del processo, e poi ha continuato verso la stazione di Porta Nuova fino alla sede Rai per fermarsi vicino alla Regione. Non ci sono stati momenti di tensione."E' evidente la volontà di colpire i solidali coloro che sono accorsi per dare una mano alla lotta e alla resistenza No Tav"Il Tribunale ha condannato ad otto mesi di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale una ragazza di 21 anni, arrestata lo scorso 9 settembre durante una manifestazione in Val Susa, sfociata in scontri con le forze dell'Ordine

Gli articoli più letti
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Papa
Papa: rischiamo una grande guerra mondiale per l'acqua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech