martedì 21 febbraio | 14:12
pubblicato il 11/ago/2011 10:55

Coppa America a Napoli: "La linea di costa non si tocca"

Il sindaco de Magistris precisa: il Prg non si tocca

Coppa America a Napoli: "La linea di costa non si tocca"

La Linea di costa non si tocca. Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris fissa paletti chiari per la riqualifica dell'area di Bagnoli in vista dell'assegnazione al capoluogo campano delle regate della prossima Louis Vuitton cup. Il primo cittadino è stato chiaro: "Il Prg non si tocca: dopo la kermesse la colmata va rimossa" è questa la clausola che sarà inserita nell'accordo che sarà firmato a San Francisco a Ferragosto. Insomma Bagnoli con la Coppa America vivrà un momento di trasformazione: verranno realizzati gli hangar per le barche, gli spalti per gli spettatori e tutte le strutture di supporto logistico e turistico, ma si tratterà di strutture mobili che al termine dell'evento verranno rimosse. Resta dunque il problema della Colmata di Bagnoli per rimuoverla occorrono 150 milioni di euro, ma al momento ce ne sono solo 50. Una grana che De Magistris dovrà comunque affrontare.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia