lunedì 20 febbraio | 19:27
pubblicato il 20/ago/2013 12:00

Contraffazione/GdF: Sequestrati 64mln prodotti per 700mln di euro

Bilancio 2013: oltre 5mila denunce e 50 arresti,

Contraffazione/GdF: Sequestrati 64mln prodotti per 700mln di euro

Roma, 20 ago. (askanews) - Dall'inizio dell'anno sono stati sequestrati 64 milioni di prodotti contraffatti con oltre 5mila denunciati, di cui 50 arrestati perché affiliati ad organizzazioni criminali operanti nell'industria del falso. E' il bilancio delle operazioni della Guardia di Finanza nel 2013 contro la produzione ed il commercio di falsi. In 6.500 operazioni di controllo del territorio ed indagini anticontraffazione, in media 30 al giorno, le Fiamme gialle hanno ritirato dal mercato 34 milioni di "tarocchi", 27 milioni di prodotti pericolosi e quasi 3 milioni di falsi Made in Italy; sottratto al giro d'affari dell'economia criminale un valore stimabile in oltre 700 milioni di euro; scoperte, nel ricostruire la "filiera dei falsi" fino all'origine, 400 imprese illecite adibite ad opifici e depositi. In particolare la GdF ricorda i casi di Vicenza, da cui sono partite le indagini che hanno portato al sequestro di 320 mila borse ed accessori per abbigliamento contraffatti insieme alle attrezzature ed ai clichè per lo stampaggio rinvenuti in un caveau nascosto in uno degli opifici clandestini gestiti da un'organizzazione di italiani, rumeni, senegalesi e marocchini con produzione in Campania e Lombardia; Pesaro, con le indagini concluse con la denuncia di 30 responsabili ed il sequestro di 2.700 tonnellate di falsi "biologici" contaminati da organismi geneticamente modificati (Ogm), agenti chimici vietati in agricoltura e, in alcuni casi, pesticidi tossici. Si tratta di granaglie, mais, semi di soia ed olio importati da Moldavia, Ucraina, Turchia ed India. Ma anche Lecce, con la falsificazione di detersivi e prodotti per l'igiene personale delle più note marche; Gioia Tauro, dove in un container appena arrivato al Porto, sono state sequestrate 12 tonnellate di sigarette contraffatte e confezionate con tabacco di provenienza sconosciuta. Tanti infine i siti internet scoperti che, per ingannare gli acquirenti, venivano presentati come rivenditori ufficiali di note griffe di moda, proponendo forti sconti: 15 domini sono stati oscurati in collaborazione con l'Antitrust, un altro è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza di Bergamo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia