mercoledì 18 gennaio | 17:52
pubblicato il 20/ago/2013 12:00

Contraffazione/GdF: Sequestrati 64mln prodotti per 700mln di euro

Bilancio 2013: oltre 5mila denunce e 50 arresti,

Contraffazione/GdF: Sequestrati 64mln prodotti per 700mln di euro

Roma, 20 ago. (askanews) - Dall'inizio dell'anno sono stati sequestrati 64 milioni di prodotti contraffatti con oltre 5mila denunciati, di cui 50 arrestati perché affiliati ad organizzazioni criminali operanti nell'industria del falso. E' il bilancio delle operazioni della Guardia di Finanza nel 2013 contro la produzione ed il commercio di falsi. In 6.500 operazioni di controllo del territorio ed indagini anticontraffazione, in media 30 al giorno, le Fiamme gialle hanno ritirato dal mercato 34 milioni di "tarocchi", 27 milioni di prodotti pericolosi e quasi 3 milioni di falsi Made in Italy; sottratto al giro d'affari dell'economia criminale un valore stimabile in oltre 700 milioni di euro; scoperte, nel ricostruire la "filiera dei falsi" fino all'origine, 400 imprese illecite adibite ad opifici e depositi. In particolare la GdF ricorda i casi di Vicenza, da cui sono partite le indagini che hanno portato al sequestro di 320 mila borse ed accessori per abbigliamento contraffatti insieme alle attrezzature ed ai clichè per lo stampaggio rinvenuti in un caveau nascosto in uno degli opifici clandestini gestiti da un'organizzazione di italiani, rumeni, senegalesi e marocchini con produzione in Campania e Lombardia; Pesaro, con le indagini concluse con la denuncia di 30 responsabili ed il sequestro di 2.700 tonnellate di falsi "biologici" contaminati da organismi geneticamente modificati (Ogm), agenti chimici vietati in agricoltura e, in alcuni casi, pesticidi tossici. Si tratta di granaglie, mais, semi di soia ed olio importati da Moldavia, Ucraina, Turchia ed India. Ma anche Lecce, con la falsificazione di detersivi e prodotti per l'igiene personale delle più note marche; Gioia Tauro, dove in un container appena arrivato al Porto, sono state sequestrate 12 tonnellate di sigarette contraffatte e confezionate con tabacco di provenienza sconosciuta. Tanti infine i siti internet scoperti che, per ingannare gli acquirenti, venivano presentati come rivenditori ufficiali di note griffe di moda, proponendo forti sconti: 15 domini sono stati oscurati in collaborazione con l'Antitrust, un altro è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza di Bergamo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sciame sismico dopo tre forti scosse di mattina in centro Italia
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina