martedì 28 febbraio | 08:57
pubblicato il 22/gen/2012 16:37

Confindustria Palermo: da blocco Tir danni per decine di milioni

Albanese: grave che a pagare siano soprattutto i cittadini

Confindustria Palermo: da blocco Tir danni per decine di milioni

Palermo, (askanews) - Al termine della cinque giorni di proteste selvagge che ha messo in ginocchio la Sicilia, la posizione della Confindustria locale resta molto critica nei confronti dei movimenti che hanno paralizzato l'isola. Alessandro Albanese, presidente degli industriali di Palermo, non dà cifre precise sui danni economici della protesta perché, dice, gli effetti negativi sono ancora in corso.Per Albanese è inaccettabile che i costi della protesta, organizzata da autotrasportatori, Movimento dei Forconi e Forza d'Urto, gravino sui cittadini siciliani.La protesta dei Tir ha creato una vera e propria emergenza per i rifornimenti di prodotti alimentari e, soprattutto, di benzina, di cui le pompe sono rimaste a secco. Di qui la decisione dei benzinai di non scioperare nelle prossime settimane in modo da riportare la situazione alla normalità.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech