martedì 21 febbraio | 22:51
pubblicato il 12/mar/2013 19:33

Conclave: cresce attesa dei fedeli a San Pietro per fumata

Conclave: cresce attesa dei fedeli a San Pietro per fumata

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 12 mar - Cresce l'attesa di fedeli e curiosi per la fumata che tra alcuni minuti dovrebbe uscire dal comignolo della Cappella Sistina. La piazza si e' quasi completamente riempita. Tanti italiani ma numerosa e' anche la rappresentanza dei brasiliani e dei filippini.

''Speriamo in Tagle - ha detto una signora filippina in piazza - perche' lui e' un cardinale che e' stato molto vicino ai bisognosi e agli ultimi''. Con il naso rivolto verso il comignolo anche alcuni argentini: ''Non importa il paese - ha riferito una signora argentina - l'importante e' che viene eletto un papa valido. Non credo che il papa sara' argentino ma spero in Bergoglio''. Presenti anche colombiani e maltesi: ''Spero che il nuovo papa sia italiano - ha detto un signore proveniente da Malta -. Scola e Ravasi potrebbero andare bene ma speriamo almeno in un pontefice europeo''.

dab/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia