lunedì 27 febbraio | 00:58
pubblicato il 22/nov/2013 14:34

Commercio: Cia, da inizio 2013 vendite alimenti a -1,3%

Commercio: Cia, da inizio 2013 vendite alimenti a -1,3%

(ASCA) - Roma, 22 nov - Dovrebbe essere il settore piu' 'resistente' ai colpi della crisi, visto che si puo' fare a meno di molte cose ma non del cibo, e invece anche il capitolo alimentare ormai da tempo e' stato travolto dal crollo generale dei consumi degli italiani. Nei primi nove mesi del 2013 le vendite dei prodotti alimentari sono diminuite dell'1,3%, con un calo non solo per i piccoli negozi (-3,2%) ma anche per la grande distribuzione organizzata (-0,6%) nonostante il moltiplicarsi di promozioni e offerte speciali, con piu' di un quarto dei prodotti sugli scaffali 'a sconto'. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, in merito ai dati Istat sul commercio al dettaglio.

Un italiano su due continua a comprare solo l'essenziale - sottolinea la Cia - con il risultato che le vendite alimentari tra gennaio e settembre si sono ridotte nei supermercati (-1,5%) e negli ipermercati (-2,1%). Soltanto i discount, ultimo baluardo della spesa 'low-cost', resistono con un +1,4%.

red/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech