sabato 10 dicembre | 00:31
pubblicato il 24/feb/2011 10:56

Colpo di coda della crisi libica su benzina, al Sud verde a 1,55

Il diesel a quota 1,44 euro, aumenta anche il gpl

Colpo di coda della crisi libica su benzina, al Sud verde a 1,55

Raffica di aumenti nei prezzi dei carburanti al Sud a causa della crisi in Libia, che fa impennare i prezzi del petrolio e dei prodotti petroliferi sui mercati mondiali: a Wall Street si sono toccati i 100 dollari al barile, il Brent sfiora i 120 dollari. Al Sud i prezzi sono più alti che al Nord: la benzina verde supera quota 1,55 euro al litro, mentre il diesel punta a 1,44: aumenta anche il prezzo del gpl, che sale a 0,8 euro al litro. La situazione critica in Libia ha costretto Eni a chiudere il GreenStream, gasdotto che collega l'Italia al Paese africano, per mettere in sicurezza la condotta lunga circa 520 chilometri che parte dalla costa libica, e arriva a Gela, in Sicilia, attraversando il Mar Mediterraneo.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina