domenica 04 dicembre | 19:33
pubblicato il 03/mag/2013 16:54

"Colpa dello Stato", manifesti della famiglia di operaio suicida

L'atto d'accusa a Matinella di Albanella, provincia di Salerno

"Colpa dello Stato", manifesti della famiglia di operaio suicida

Salerno, (askanews) - "Da parte della famiglia Carrano, tutto questo a causa dello Stato. Grazie". Il manifesto è comparso a Matinella di Albanella, paese in provincia di Salerno, per annunciare la scomparsa di Nicola Carrano, 62 anni, morto suicida dopo aver perso il lavoro. Un atto di accusa dettato dal dolore e dalla disperazione dei familiari che hanno trovato l'uomo impiccato ad una trave del soffitto della sua abitazione. Inutile la chiamata al 118 che non ha potuto far altro che constatare la morte dell'operaio.L'uomo era stato licenziato circa un anno fa dalla ditta di calcestruzzi in cui lavorava da una vita. L'azienda era poi fallita e Nicola non era più riuscito a trovare un'occupazione, accumulando rabbia e frustrazione fino al gesto estremo, spiegato in una lettera lasciata ai familiari.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari