domenica 11 dicembre | 15:23
pubblicato il 08/ago/2011 13:12

Colosseo/ Polemica Mibac-Alemanno su telecamere comunali.Spente?

Pd:Alemanno come Alice nel paese delle meraviglie. IdV:Dimissioni

Colosseo/ Polemica Mibac-Alemanno su telecamere comunali.Spente?

Roma, 8 ago. (askanews) - "Le telecamere fuori il Colosseo ci sono, sono gestite dal Comune ma non sono in funzione". "Non è vero: sono perfettamente funzionanti". All'indomani del falso allarme-bomba al Colosseo, è polemica tra il Ministero dei Beni culturali e il Comune di Roma sui sistemi di sicurezza del monumento simbolo dell'Italia. Il sindaco Gianni Alemanno oggi si è detto "sconcertato" per l'accaduto, spiegando che l'assenza di telecamere interne e metal detector è "una cosa inconcepibile di cui ora chiederò conto al ministro Galan". Dal Mibac ha risposto il sottosegretario Francesco Giro, stupito per il fatto che "il sindaco di Roma non sapesse che i metal detector al Colosseo sono stati rimossi anni fa" e ha rilanciato, denunciando che nell'area circostante l'anfiteatro Flavio "dovrebbe funzionare un sistema di telecamere del Comune di Roma coordinate da una centrale della polizia municipale, che mi dicono invece essere di fatto inutilizzata e non operativa e questo dovrebbe sorprendere un po' tutti". Per "mettere a tacere ogni polemica" a nome del Comune ha contro-replicato il delegato di Alemanno per la Sicurezza della città, Giorgio Ciardi: "Desideriamo sottolineare che sono di competenza di Roma Capitale le telecamere, perfettamente funzionanti, poste nell'area esterna del Colosseo e davanti alla fermata della metropolitana", ha spiegato, ricordando che "i flussi video di queste telecamere sono monitorati dalla Polizia Roma Capitale nella Sala sistema Roma". "Per ciò che concerne invece l'area dell'Anfiteatro Flavio vera e propria la sorveglianza è di competenza della Sovrintendenza nazionale", ha continuato Ciardi, auspicando "una maggiore sinergia tra le diverse amministrazioni preposte, per giungere a un sistema globale di sicurezza nell'area". Intanto la polemica si è spostata anche sul piano politico. Secondo il Pd di Roma la vicenda "è l'ennesima dimostrazione che la sicurezza per il sindaco è solo uno spot. Che Alemanno sia il peggior sindaco che Roma abbia mai avuto è ormai un fatto noto a tutti i romani e ora lo capiscono anche i suoi stessi alleati. Alemanno più che un sindaco sembra un passante, anzi, peggio, sembra Alice nel paese delle meraviglie, che si stupisce di tutto e di tutti". Attacca anche l'Italia dei Valori: "Alemanno afferma candidamente che non era a conoscenza del fatto che erano stati tolti i metal detector dal più importante monumento della nostra Penisola. E' una dichiarazione di una gravità inaudita che dimostra, ancora una volta, la sua incompetenza capitale. Non sappiamo, inoltre, se la sua inefficienza sia superiore alla sua superficialità, ma una cosa è certa: non è in grado di amministrare una città come Roma e di garantirne la sicurezza. Chiediamo al sindaco di dimettersi e di lasciare il suo posto a chi ha veramente a cuore il bene della Capitale, dei suoi abitanti e del suo immenso patrimonio storico, afferma in una nota il portavoce dell'IdV Leoluca Orlando.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina