sabato 21 gennaio | 01:18
pubblicato il 27/dic/2011 17:59

Colosseo/ La direttrice smentisce nuovo crollo: 'No a psicosi'

"Briciole del 25 dicembre". Puglisi (Unesco): 'Sono preoccupato'

Colosseo/ La direttrice smentisce nuovo crollo: 'No a psicosi'

Roma, 27 dic. (askanews) - Nessun nuovo crollo oggi al Colosseo: si tratta di "briciole di tufo del 25 dicembre, non vorrei fossimo di fronte alla solita psicosi". Così la direttrice del monumento, Rossella Rea, interviene sulla notizia di un nuovo piccolo crollo all'Anfiteatro Flavio, dopo quello nel giorno di Natale. "E' una notizia da ridimensionare assolutamente. Si tratta di un pezzo di tufo caduto a causa dei volatili. Una cosa normale. Ogi non c'è alcuna novità", ha detto ancora Rea. Anche i vigili del fuoco fanno sapere di non aver effettuato oggi alcun sopralluogo al Colosseo, al contrario dello scorso 25 dicembre, quando avevano riscontrato il crollo di alcuni frammenti su un arco costantiniano al secondo livello. La situazione non era stata comunque considerata allarmante, anche se la zona è stata transennata in attesa di indagini più accurate. Intanto Giovanni Puglisi, presidente della Commissione nazionale italiana per l'Unesco, all'agenzia Klaus Davi si è detto "abbastanza preoccupato" per la 'tenuta' del monumento: "E' indispensabile e urgente intervenire per impedire che il Colosseo diventi come una grande groviera italiana, ricca di buchi, ma sempre in piedi e speriamo che resti sempre in piedi". "L'Unesco non può fare nulla, può semplicemente stare molto all'allerta e cercare di vigilare su quello fa lo Stato italiano. L'Unesco - ha detto ancora Puglisi - non ha compiti di supplenza rispetto agli stati membri le responsabilità sono tutte degli stati membri sia in termini di manutenzione che di conservazione. L'Unesco alla infine tira la riga in basso alla pagina e quello che può fare, ma spero che non lo faccia mai, è di mettere il sito nella lista dei siti in pericolo, ripeto non è mai capitato in Italia e spero non capiterà mai". "Mi auguro che Diego della Valle sia messo in condizione di intervenire subito. Avviamo i lavori finanziati da Della Valle, quanto mai necessari. Primum vivere, deinde philosophare. Sarebbe un peccato non valorizzare la disponibilità di un privato", ha concluso Puglisi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4