mercoledì 07 dicembre | 09:54
pubblicato il 27/dic/2011 17:59

Colosseo/ La direttrice smentisce nuovo crollo: 'No a psicosi'

"Briciole del 25 dicembre". Puglisi (Unesco): 'Sono preoccupato'

Colosseo/ La direttrice smentisce nuovo crollo: 'No a psicosi'

Roma, 27 dic. (askanews) - Nessun nuovo crollo oggi al Colosseo: si tratta di "briciole di tufo del 25 dicembre, non vorrei fossimo di fronte alla solita psicosi". Così la direttrice del monumento, Rossella Rea, interviene sulla notizia di un nuovo piccolo crollo all'Anfiteatro Flavio, dopo quello nel giorno di Natale. "E' una notizia da ridimensionare assolutamente. Si tratta di un pezzo di tufo caduto a causa dei volatili. Una cosa normale. Ogi non c'è alcuna novità", ha detto ancora Rea. Anche i vigili del fuoco fanno sapere di non aver effettuato oggi alcun sopralluogo al Colosseo, al contrario dello scorso 25 dicembre, quando avevano riscontrato il crollo di alcuni frammenti su un arco costantiniano al secondo livello. La situazione non era stata comunque considerata allarmante, anche se la zona è stata transennata in attesa di indagini più accurate. Intanto Giovanni Puglisi, presidente della Commissione nazionale italiana per l'Unesco, all'agenzia Klaus Davi si è detto "abbastanza preoccupato" per la 'tenuta' del monumento: "E' indispensabile e urgente intervenire per impedire che il Colosseo diventi come una grande groviera italiana, ricca di buchi, ma sempre in piedi e speriamo che resti sempre in piedi". "L'Unesco non può fare nulla, può semplicemente stare molto all'allerta e cercare di vigilare su quello fa lo Stato italiano. L'Unesco - ha detto ancora Puglisi - non ha compiti di supplenza rispetto agli stati membri le responsabilità sono tutte degli stati membri sia in termini di manutenzione che di conservazione. L'Unesco alla infine tira la riga in basso alla pagina e quello che può fare, ma spero che non lo faccia mai, è di mettere il sito nella lista dei siti in pericolo, ripeto non è mai capitato in Italia e spero non capiterà mai". "Mi auguro che Diego della Valle sia messo in condizione di intervenire subito. Avviamo i lavori finanziati da Della Valle, quanto mai necessari. Primum vivere, deinde philosophare. Sarebbe un peccato non valorizzare la disponibilità di un privato", ha concluso Puglisi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Camorra
Controllo piazze spaccio nel Salernitano: 21 ordinanze cautelari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni