lunedì 27 febbraio | 04:32
pubblicato il 25/giu/2013 12:00

Colosseo/ Bray: Non posso stabilizzare i precari

8mila bollette non pagate per 40 milioni in tutta Italia

Colosseo/ Bray: Non posso stabilizzare i precari

Roma, 25 giu. (askanews) - "A parole tutti dicono che turismo e cultura sono centrali per il Paese e poi ci ritroviamo con il Colosseo chiuso perchè non si possono stabilizzare i precari neppure a fronte di uscite di altri dipendenti, dunque senza aumentare i costi per lo Stato, perchè c'è il blocco del turn over e perchè la spending review impedisce di spostare risorse da un polo culturale all'altro. Oppure rischiamo la chiusura del Maggio musicale fiorentino perchè dal 1996 abbiamo lasciato alla deriva le Fondazioni liriche con rischi di sopravvivenza per 11 Fondazioni sulle 14 totali". E' lo sfogo del ministro dei Beni culturali e del turismo Massimo Bray che ha partecipato nella sede del Ministero alla presentazione del libro di Pietro Folena "Il potere dell'arte". "Quando sono arrivato al ministero - ha detto ancora Bray - ho trovato 8 mila bollette elettriche non pagate da sovrintendenze e musei in tutta Italia, per un totale di 40 milioni di euro. E ho trovato il Fondo emergenze ridotto del 47%: quindi se dovesse cascare un muro a Pompei non prendetevela con me. La verità è che bisogna riformare in profondità la macchina della pubblica amministrazione, compreso il ministero dei beni culturali, con forti dosi di innovazione, altrimenti il Paese è impossibile da governare". Per quel che riguarda il turismo, Bray ha sottolineato che solo l'Italia, tra i grandi Paesi, è privo di una importante catena alberghiera, perchè le due che aveva, Jolly Hotel e Motel Agip, sono state cedute, mentre la Francia ha diverse catene a costi differenziati con alberghi strategicamente collocati nei pressi dei beni culturali. Per il futuro, Bray ha detto che si dedicherà alla tutela dell'identità culturale e dei diritti d'immagine dei beni culturali, "altrimenti tutti i nostri contenuti culturali finiranno ai grandi provider che li spacchetteranno senza nessun vantaggio per il Paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech