mercoledì 18 gennaio | 05:41
pubblicato il 25/giu/2013 12:00

Colosseo/ Bray: Non posso stabilizzare i precari

8mila bollette non pagate per 40 milioni in tutta Italia

Colosseo/ Bray: Non posso stabilizzare i precari

Roma, 25 giu. (askanews) - "A parole tutti dicono che turismo e cultura sono centrali per il Paese e poi ci ritroviamo con il Colosseo chiuso perchè non si possono stabilizzare i precari neppure a fronte di uscite di altri dipendenti, dunque senza aumentare i costi per lo Stato, perchè c'è il blocco del turn over e perchè la spending review impedisce di spostare risorse da un polo culturale all'altro. Oppure rischiamo la chiusura del Maggio musicale fiorentino perchè dal 1996 abbiamo lasciato alla deriva le Fondazioni liriche con rischi di sopravvivenza per 11 Fondazioni sulle 14 totali". E' lo sfogo del ministro dei Beni culturali e del turismo Massimo Bray che ha partecipato nella sede del Ministero alla presentazione del libro di Pietro Folena "Il potere dell'arte". "Quando sono arrivato al ministero - ha detto ancora Bray - ho trovato 8 mila bollette elettriche non pagate da sovrintendenze e musei in tutta Italia, per un totale di 40 milioni di euro. E ho trovato il Fondo emergenze ridotto del 47%: quindi se dovesse cascare un muro a Pompei non prendetevela con me. La verità è che bisogna riformare in profondità la macchina della pubblica amministrazione, compreso il ministero dei beni culturali, con forti dosi di innovazione, altrimenti il Paese è impossibile da governare". Per quel che riguarda il turismo, Bray ha sottolineato che solo l'Italia, tra i grandi Paesi, è privo di una importante catena alberghiera, perchè le due che aveva, Jolly Hotel e Motel Agip, sono state cedute, mentre la Francia ha diverse catene a costi differenziati con alberghi strategicamente collocati nei pressi dei beni culturali. Per il futuro, Bray ha detto che si dedicherà alla tutela dell'identità culturale e dei diritti d'immagine dei beni culturali, "altrimenti tutti i nostri contenuti culturali finiranno ai grandi provider che li spacchetteranno senza nessun vantaggio per il Paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa